Caritas

Categoria: Non categorizzato
Pubblicato Giovedì, 16 Febbraio 2012 09:45
Scritto da Super User
Visite: 2368

 

 

Sorta nel Novembre 2008, sotto la guida del parroco don Mauro Dibenedetto, la Caritas della parrocchia San Paolo Apostolo svolge attività di assistenza agli immigrati, ai “nuovi” poveri, italiani singoli o famiglie che hanno difficoltà ad arrivare alla fine del mese o che hanno perso il posto di lavoro.

La sede, ubicata nei locali della parrocchia, gestisce e distribuisce alimenti forniti dalla Unione Europea e dalla carità dei parrocchiani.

 

La Caritas parrocchiale è...

al servizio della Chiesa e sviluppa la sua funzione pedagogica e di servizio in collegamento con la Caritas Diocesana. Tale realtà, nata come semplice distribuzione di alimenti e di vestiario per i più bisognosi, va lentamente trasformandosi in un’occasione di comunione, nella quale chi si presenta non cerca solo un aiuto economico, ma chiede ascolto per la propria situazione di disagio sociale. I volontari impegnati in questo servizio, pur non riuscendo sempre a dare risposte esaustive che possano risolvere la molteplicità dei problemi,  credono fermamente che l’ascolto dell’altro sia il segno tangibile dell’accoglienza cristiana.

Dal 2008 ad oggi, il numero delle persone che si rivolgono alla Caritas parrocchiale è raddoppiato: adesso si registrano all’incirca dalle 25 alle 30 persone settimanali.

 

 

 

 

 

ATTIVITA' ED INIZIATIVE

 

 

ATTIVITA’:

 

 

INIZIATIVE:

 

                               Prima Domenica: “AlimentiAMOci” (settimana di raccolta alimenti

                               di prima necessità);

                               Seconda Domenica: “LaviAMOci” (settimana di raccolta detersivi

                               per la casa e per l’igiene personale);

                               Terza Domenica: “DivertiAMOci” (settimana di raccolta giocattoli)

                               Quarta Domenica: “RaccogliAMOci” (raccolta alimenti nei supermercati

                               del quartiere).

 

 

                                           

 

I poveri e i bisognosi sono di tutti: non si possono cancellare dalla nostra realtà o negare la loro presenza, per questo è importante che accanto ai volontari già presenti, possano aggiungersi tutti coloro che avranno voglia di mettere a disposizione degli altri un po’ del proprio tempo e del proprio affetto.